Gnocchi ardenti

Mica è detto che solo giovedì gnocchi, vanno bene tutta la settimana, anzi è un po’ che ne vediamo ogni giorno, splendidi, meravigliosi, invitanti, sono gli gnocchi di MTC #59.
Perché, infatti, Annarita Rossi del blog Il Bosco di Alici, vincitrice della sfida della Pizza con una diversa, ma solo all’apparenza, margherita, ha scelto proprio gli gnocchi come tema della sfida di questo mese e ne siamo tutti contentissimi!
Chi non ama gli gnocchi? Prelibati, goduriosi ma al tempo stesso genuini e casalinghi gli gnocchi sanno di casa, di famiglia, di tradizioni, di buono.
Semplici solo all’apparenza, due soli ingredienti, la combinazione degli stessi, le dosi, le modalità di preparazione fanno la differenza e che differenza!
Annarita ha studiato, sperimentato, dosato, consegnandoci la ricetta perfetta degli gnocchi perfetti, ora c’è solo l’imbarazzo della scelta 🙂
Qui le tre fantastiche tipologie di gnocchi elaborate da Annarita, avrei voluto provarle tutte e senz’altro lo farò …. con un po’ tempo.
Mi ha intrigato moltissimo la possibilità di usare di farine alternative, diverse, che sinceramente non conoscevo e ho voluto provare 🙂
Partendo dalla farina, di grano arso, la suggestione mi ha condotto al condimento, gustiamoci questi gnocchi ardenti.
Con questo post partecipo alla sfida MTC numero 59: gli gnocchi.

Per 4 persone
600 g. di patate rosse
60 g. di farina di grano arso
60 g. di farina 00
sale
400 g. di pomodorini gialli e rossi
olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
peperoncino
origano
rosmarino
trito aromatico (prezzemolo, basilico, santoreggia)
Scegliere delle patate che abbiano più o meno le stesse dimensioni, lavarle e sistemarle intere e con la buccia in una capiente pentola piena di acqua fredda. Farle cuocere per circa 30 minuti dalla bollitura o fino a quando risultino morbide, attenzione a che non si ammorbidiscano troppo.
Sbucciarle ancora calde e schiacciarle subito con uno schiacciapatate direttamente sulla spianatoia, allargare il composto in modo che perda l’umidità residua, salare.
Miscelare le farine, unirle alle patate in tre riprese in modo da controllare la consistenza dell’impasto che dovrà compattarsi ma restare morbido. Non lavorare troppo, altrimenti gli gnocchi risulteranno duri.
Appena il composto sta insieme ed è sufficientemente morbido, formare dei filoncini, allungarli con le mani facendoli ruotare sulla spianatoia fino ad uno spessore di circa 1,5 cm, tagliarli in gnocchi di circa 2 cm. Passate ogni gnocco sul riga gnocchi sistemando gli gnocchi pronti su un piano leggermente infarinato con farina di riso.
Cuocerli subito in acqua bollente salata pochi per volta, sono pronti appena vengono a galla, scolarli con una schiumarola e condirli con il sughetto ardente.

Per il sughetto ardente
Lavare i pomodorini, tamponarli delicatamente, tagliarli a metà allinearli su una teglia protetta da carta da forno con la parte tagliata rivolta verso l’altro, salare leggermente, spolverare con un pizzico di zucchero. Cospargere con il trito aromatico, un pizzico di origano, lo spicchio d’aglio tritato finemente, un pizzico di peperoncino in polvere, irrorare con qualche giro di olio. Sistemare nella teglia anche qualche rametto di rosmarino e di santoreggia un paio di piccoli peperoncini che serviranno per la decorazione.
Cuocere in forno già a temperatura a 180° ventilato per circa 20 minuti, devono cuocersi, leggermente arrostirsi, caramellarsi.
Al termine della cottura sfornare, mettere da parte. 

mtc_gnocchi 

La cucina di Anisja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*