Gnocchi di semolino mediterranei (ricetta senza lattosio)

Si arrende anche la luna alla bellezza
Il mare la sua splendida corazza
Conserva la sua storia nella terra
Concede un ballo solo a chi sa amarla
Montèras donant a su mare
S’olòre de sa murta in frore
No apo coro e bentu 
Chena istìma né carignos suos
Non tutti sanno che le stelle brillano
Per tutti ma non brillano per me
Perché anche il cielo l’ha capito subito
Che non può farci niente se
Non vedo luce se non sto con… te…
Più forte dell’estate e dell’inverno
Ti preferisco in abiti d’autunno
E si deo penso a tie che isposa mia
Vorrei tu fossi sempre primavera
Montagna che regala il mare
L’odore dei suoi mirti in fiore
Cuore e vento non ho
Se non dormo nel suo abbraccio
Niùne l’ischet chi sas neulas dansant
Chin cada amina foras che a mie
Perché anche il cielo l’ha capito subito…
Che non può farci niente se non vedo luce se non sto con… te…
Duo ogros che arresordzas lucente
Sos tuos, mirant a mie e nois
Pitzìnnos atrassìdos tue e …deo

(Modà-Tazenda)

N.B. Anche Sabina oggi ci porta in Sardegna…seguiamola!
Ingredienti per 4 persone:
         1 litro di latte di soia
         250g di semola
         3 tuorli d’uovo
         1 cucchiaio di origano secco
         160g di tonno al naturale
         6 pomodori secchi
         1 cucchiaio di olive nere
         1 cucchiaio di pangrattato
         110g di olio extravergine d’oliva
         sale


Procedimento:
1) Preparare gli gnocchi: Portare ad ebollizione il latte di soia con 100g di olio extravergine, quindi salare e aggiungere la semola a pioggia mescolando energicamente con una frusta. Continuare a mescolare il composto a fuoco medio finchè si staccherà dalle pareti, lasciare intiepidire e aggiungere i tuorli d’uovo, l’origano e il tonno sgocciolato. Incorporare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
2) Stendere l’impasto ad uno spessore di 2cm circa e lasciarlo raffreddare. Nel frattempo sminuzzare i pomodori secchi e tagliare le olive a fettine, mettere da parte.
3) Ricavare dall’ impasto ormai rappreso, con l’aiuto di un taglia pasta rotondo (o di un bicchiere), tanti dischi di semolino. Ungere una pirofila con metà dell’olio rimasto, adagiarvi garbatamente gli gnocchi, distribuire uniformemente in superficie le fettine di oliva e i pomodori secchi, irrorare con l’olio rimasto e spolverizzare con il pangrattato. Infornare a 200° per circa 10-15 minuti, sfornare, lasciare intiepidire e servire.
L’abbinamento di VivailVino:

Con questo piatto tipicamente mediterraneo vi porto in Sardegna a conoscere la piccola cantina emergente di Renato e Angela Spanu.

…CONTINUA A LEGGERE…



il gattoghiotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*