Il mafé per l’abbecedario culinario mondiale

Questo mese con l’abbecedario culinario siamo in Senegal, alle prese con una cucina così lontana dalle nostre abitudini e tradizioni eppure così vicina, forse meglio dire parallela, alla nostra vita di ogni giorno.
Èsicuramente un bene che ci siamo cimentate nell’elaborazione di questi piatti, e quindi, nello studio della cucina africana e prima ancora delle sue abitudini e tradizioni, proprio a ridosso del periodo più consumistico per noi occidentali.
Il momento migliore per tornare con i piedi per terra!
Non c’è bisogno di ingredienti costosi e ricercati, che pure abbondano in questo periodo nelle nostre cucine, per fare un buon piatto ….. anche la cucina più povera e essenziale, quasi di sussistenza, può essere estremamente gustosa.
Per il mafé ho preso spunto qui ma soprattutto qui in un bellissimo video che rende il senso della cucina africana slowly e sorridente.
Con questo post partecipo all’Abbecedario culinario mondiale che per il Senegal è ospitato dal blog Cafe Linnylu.
300 g. di carne di manzo tagliata a pezzetti
2 patate
½ fetta di zucca
¼ di verza
1 carota
½ patata dolce
1 cipolla piccola
½ bicchiere di passata di pomodoro
1 peperoncino
sale
pepe
paprica
2 cucchiai di burro di arachidi home made (la ricetta è qui)
1 tazza di acqua circa
per servire
riso basmati lessato

Pulire le verdure, tagliare le patate e la zucca a tocchetti, le carote a rondelle, la verza a fette spesse.
In una capiente padella (io ho usato il wok) rosolare a fuoco medio-alto in qualche giro di olio di arachidi, la carne con la cipolla tagliata a fette piuttosto spesse.
Quando la carne sarà ben rosolata unire le verdure, bagnare con la passata di pomodoro e l’acqua, salare, pepare, aromatizzare con la paprica e il peperoncino. Cuocere a fuoco basso coperto per circa 30 minuti unendo eventualmente altra acqua se il composto dovesse asciugarsi. La carne deve cuocersi.
Stemperare il burro di arachidi in qualche mestolo di sugo si cottura, unire il tutto al mafé, continuare la cottura ancora per una decina di minuti.
Il mafé è pronto il sughetto inizia ad inspessirsi lasciando affiorare l’olio di cottura.
Servire sul riso lessato

Così siamo stati in Africa, precisamente l’Africa è prepotentemente entrata nella mia cucina eclissandola in un attimo. Al ritorno da scuola i ragazzi si sono diretti immediatamente verso il piatto, che ammiccava sorridente sul tavolo, in posa per le foto, ignorando la pasta al pesto e le scaloppine di pollo che avevo preparato per loro.
Questo è il risultato ….. 
 


La cucina di Anisja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*